“Wow che donna in gamba! È Multitasking!”

Scommetto che hai già sentito dire questa frase in varie declinazioni tantissime volte e soprattutto scommetto che ci credi!

Hai ceduto anche tu al fascino del riuscire a fare contemporaneamente un numero esagerato di cose diverse, provare la soddisfazione di spuntare tutta la “to do list” e sentirti nel pieno delle tue energie convinta di riuscire a gestire tutto senza effetti collaterali.

Si, non ti preoccupare, ci sono cascata anch’io, ci siamo cascate tutte.

Purtroppo però gli effetti collaterali ci sono davvero e ho visto ancora di recente troppi elogi di questa piaga dei nostri tempi moderni e, forse, la cosa più preoccupante è che sia ancora qualcosa di cui vantarsi.

Riesci a girare il sugo mentre rispondi a una mail sul telefono mentre controlli i compiti del figlio grande e fai un puzzle con il figlio piccolo e pensi al progetto a cui stai lavorando, alla lista della spesa, alle bollette da pagare e chissà cos’altro.

Va bene, sei bravissima, ma lo sai che ti stai facendo inutilmente del male?

Incoraggiate dalle tesi scientifiche che la confermano come un’innata straordinaria capacità tipicamente femminile, le donne, per anni, per affermarsi nel mondo del lavoro, ma non solo, hanno fatto leva su questa dote che ci si sta ritorcendo contro!

Se non sei multitasking sei “out”. Questa cosa ci è sfuggita di mano.

Te lo dico con il cuore, essere multitasking non è figo per niente.

Ci hanno fatto credere che fossimo sulla strada giusta e invece, mi spiace se non ti piacerà, ti devo smontare quello che credevi fosse la chiave per il successo.

Tutte le bugie sul multitasking

– Se riesci a fare più cose contemporaneamente è perché sei più intelligente.

Falso. È dimostrato che il multitasking abbassa il QI di almeno 10 punti. Uno studio dell’MIT ha dimostrato che il nostro cervello perde capacità associative e non riesce a trattenere a lungo termine le informazioni che apprendiamo.

– Se hai tante cose da fare, facendole contemporaneamente, ne farai di più e risparmierai tempo

Falso. Facendo più cose contemporaneamente ci metterai circa quattro volte tanto il tempo che impiegheresti facendone una alla volta quindi il tempo risparmiato è solo un’illusione.

– Fare le cose contemporaneamente ti rende più produttiva perché alla fine della giornata avrai svolto più compiti

Falso. Fare le cose contemporaneamente ti stanca, ti rende distratta, lavori più lentamente (v. sopra) si moltiplica la probabilità di farle male o fare errori con il forte rischio di dover intervenire in un secondo tempo per correggere, quindi ci metti più tempo e non avrai fatto di più ma meno e meno bene.

– Essere multitasking è divertente e ti fa sentire meno stressata e più organizzata

Falso. O meglio, sul divertente, fino a un certo punto, ti do ragione, ma quello che tu chiami divertente è semplicemente una forma di stress “buono” che viene definito tecnicamente “eustress” è quello che ti stimola, ti fa sentire carica, piena di energia, ma superati certi limiti non sarà per nulla divertente perché diventa “distress” quello negativo, che conosciamo già, con tutte le conseguenze dannose per la nostra mente e il corpo. Per dirla in modo semplicistico, durante il multitasking si innescano degli sbalzi ormonali, tra produzione di adrenalina e cortisolo che creano dipendenza dalla dopamina, questo finisce con premiare il cervello se si distraee, se “fugge” da ciò su cui è concentrato.

– Hai tantissime idee , progetti e desideri da realizzare, iniziali tutti subito così li realizzi prima

Indovina? Falso anche questo. È il tipico comportamento di chi inizia mille cose e non ne conclude nessuna. La nostra mente resta focalizzata su quello che è rimasto in sospeso e così continui a passare da un progetto all’altro senza fare progressi.

– La tecnologia è un valido alleato per aiutarci a fare più cose e farle meglio

Falso. Attenzione la differenza sta nell’uso che fai tu degli strumenti tecnologici. Avere una lavatrice che ti permette di programmare un lavaggio mentre tu puoi dedicarti ad altro va bene, in questo ti aiuta nel fare più cose contemporaneamente. Finire un progetto al pc, mentre segui due chat su whatsapp , mentre controlli una mail con l’IPAD non va bene.

Alcuni effetti dannosi del multitasking sono stati ampiamente dimostrati, altri sono ancora in fase di studio e di conferma quindi non andrò oltre.

Ma al di là di quello che possono dire gli scienziati, posso solo fidarmi, quello che però posso dirti io, dalla mia esperienza diretta, ti garantisco che prendere un obiettivo alla volta e lavorarci sopra con concentrazione vale più di tante belle parole.

Sei ancora convinta che il multitasking ti renda una super donna?

Oppure hai finalmente imparato ad apprezzare il “monotasking” per vivere meglio?

Quali di queste affermazioni non credevi fosse falsa (o sei ancora convinta che sia vera???)

Lo so, ora ti senti un po’ confusa e ti verrà sicuramente in mente l’obiezione che tutte le mie clienti mi fanno sempre:

“Con mille cose che devo fare come faccio ad avere il tempo di fare tutto?”

Se non ci fosse soluzione a questa domanda, io non farei il lavoro che faccio.

La soluzione c’è ed è concreta, reale, fattibile.

Anzi le soluzioni organizzative sono molteplici e possono interessare solo la tua sfera famigliare, oppure quella lavorativa o entrambe.

Quello che posso fare per te è trovare la soluzione che si adatti al tuo stile di vita, alla tua giornata tipo, a quanti siete in famiglia, agli elettrodomestici che usi, a quanti spostamenti in auto o con i mezzi devi fare, al lavoro che fai e se lavori da casa, se hai animali, e molto altro.

Queste sono le variabili che io analizzo e studio per darti gli strumenti giusti che tu potrai acquisire e passare di livello:

da multitasking stressata a -> monotasking felice e soddisfatta.

Bello vero?!?

Scrivimi e sarò a tua disposizione!
carolina@myzenmanager.com

Buona vita!
Carolina
La Tua zen manager