È Primavera… Svegliatevi bambine…

Immaginami mentre canticchio questa canzone d’altri tempi, sentendomi come Biancaneve nel bosco, nel vano tentativo di tirar giù dal letto le mie bimbe per andare a scuola.

Eh si, ora immagina la loro (non)reazione.

Nonostante quest’anno si stia facendo attendere, ho una voglia matta di accogliere a braccia aperte la mia stagione preferita con le belle e tiepide giornate di sole che (prima o poi) arriveranno!

Anche tu hai voglia di luce, sole, aria fresca e nuova energia per lasciarti alle spalle il grigio inverno?

Tendenzialmente in questo periodo dell’anno ci si dedica alle proverbiali “Pulizie di Primavera” o “Pasquali” grazie alla complicità di qualche giorno di festa e giornate più lunghe.

È proprio il periodo ideale per rinnovare il guardaroba, rinfrescare tappeti, coperte e tendaggi e far brillare anche quegli angoli trascurati da troppo tempo.

Siamo un po’ in anticipo, ma non è che bisogna aspettare la primavera per fare le pulizie profonde, le puoi fare quando ne hai voglia.

Cerca solo di non vivere tutto come un’impresa sfiancante affrontando estenuanti maratone, meglio prepararsi con una buona organizzazione e calma Zen.

“Ma cos’hanno di speciale queste “Pulizie di Primavera?”

Sono speciali perché non sono quelle che fai per tutto il resto dell’anno a ripetizione.

A me viene sempre in mente il film “Ricomincio da capo” (Groundhog Day) in cui Bill Murray e Andie MacDowell rivivono continuamente lo stesso giorno della Festa della Marmotta, hai presente?

Ecco, le pulizie che fai di solito sono quello: letti, aspira, lava, spolvera, riordina….ripeti, e via da capo che si ricomincia.

Però con le solite 24 ore al giorno più di tanto non riesci a fare, vero?

Consiglio sempre di creare delle routine quotidiane, settimanali e mensili per gestirti secondo i tuoi ritmi, senza stressarti.

Leggi anche: Lo zen e l’arte di organizzare le pulizie in casa e avere più tempo per te.

Chi più chi meno, si arriva fino a un certo punto e poi qualcosa resta indietro.

Quel qualcosa a un certo punto va affrontato! Coraggio!

Farlo in primavera è un po’ come uscire dal letargo, no?

È ora di portare una ventata di aria nuova!

Tuttavia, visto che si tratta di attività extra-ordinarie, oggi ho pensato di proporti il mio insolito approccio d’ispirazione orientale.

Come farlo con calma Zen

I monaci buddisti hanno fatto della pulizia del Tempio una vera e propria arte a cui si dedicano quotidianamente con scrupolosa attenzione e dedizione.

Non perché siano maniaci dell’igiene, per così dire, ma perché associano a questa pratica non solo un doveroso impegno, ma anche un modo per riconnettersi con se stessi e il mondo che ci circonda.

La filosofia orientale insegna a essere distaccati dai beni materiali, ma al tempo stesso a riflettere sul valore delle cose ed esprimere gratitudine per tutto ciò che ci circonda e che qualcuno ha costruito perché potessimo utilizzarlo.

Nel periodo della Pasqua, della Primavera, tutto questo può avere una connotazione più profonda e ti invito quindi a organizzarle come un vero e proprio rito di rinascita interiore ed esteriore.

Prenditi quindi tutto il tempo che ti serve, senza ansia e senza fretta.

Come organizzarti perché sia un rito rigenerante

Certo, sempre di pulizie si tratta, ma l’intenzione con cui le fai può aiutarti ad affrontarle con uno spirito diverso.

Prova a viverle come un’occasione per prenderti cura di te stessa.

Oltre al scrivere una lista completa di tutto quello che serve fare, non dimenticare di:

  • Coinvolgere tutti i membri della famiglia, è la casa in cui tutti vivono ed è giusto che ognuno faccia la sua parte.
  • Approfittare di questi momenti per i tuoi riti di bellezza (creme e maschere da tenere in posa per esempio, una bella bottiglia d’acqua e cetriolo….), finito il “turno” una bella doccia e anche tu sarai splendente
  • Ascoltare la tua musica preferita o qualche suono della natura per riconnetterti con essa.
  • Tenere vicino un taccuino o un App per registrare note vocali: quando siamo intenti in un’attività fisica, la mente è libera e possono arrivare idee per nuovi progetti o soluzioni a vecchi problemi.
  • Assicurarti di avere tutto l’occorrente a portata di mano per non dover perdere tempo a cercare qualcosa che manca.
  • Procedere dall’alto verso il basso, letteralmente, o per effetto della forza di gravità non sarà piacevole sporcare il pavimento appena pulito con quelle ragnatele sul soffitto.
  • Fare del sano decluttering e liberarti di tutto il superfluo che naturalmente si accumula nel tempo.

Leggi anche: Space clearing e decluttering. L’arte di lasciare andare il passato e creare spazio per il futuro

Come affrontare un passo alla volta

Di solito quello che succede è che sei in giro in una bella giornata di sole e pensi “Appena arrivo a casa mi metto a fare un sacco di cose”

Poi invece ti crolla addosso tutta la stanchezza sommata alla sonnolenza tipica del cambio di stagione e ciao, addio buoni propositi.

Serve un po’ di pianificazione, come sempre, per avere sotto gli occhi una lista da spuntare con soddisfazione.

“C’è un ordine da seguire? Da dove comincio?”

Se ti senti un po’ sapesata e non sai da dove partire ti propongo un’idea un po’ particolare.

Fai come se ogni zona da pulire rappresentasse una parte di te, del tuo compagno, dei tuoi figli.. come se la casa fosse un’estensione di te e della tua famiglia.

Mi spiego meglio.

Immagina che ci sia un significato simbolico per ogni zona che ha bisogno di essere pulita per rinnovare ciò che è fuori, ma anche idealmente ciò che è dentro di te.

La TO-DO-LIST ZEN

Ti suggerisco questo elenco da inserire nella tua to do list con il suo corrisponde simbolico che ho pensato per te, ma puoi naturalmente modificarlo liberamente seguendo il tuo istinto.

Puoi procedere con una stanza per volta oppure per argomento.

I vetri e i lampadari – Rappresentano la visione chiara e limpida. Guardare attraverso un vetro pulito o far passare la luce in lampadari brillanti è come illuminare e far respirare la tua anima, far entrare e regolare la luce nella stanza, ma anche dentro di te.

I tessuti – Rappresentano ciò che resta aggrappato, attratto dalla gravità o dalla forza elettromagnetica che ci circonda. Tappeti, tende, divani, poltrone accumulano tutte quelle microscopiche particelle di polvere che appesantiscono. Una bella rinfrescata ti farà sentire più leggera e ti aiuterà a liberarti simbolicamente di tutte quelle piccole preoccupazioni che dobbiamo affrontare ogni giorno.

Oggetti appesi e appoggiati – La vita frenetica ci fa correre sempre senza prestare attenzione alle piccole ricchezze fatte di foto, ricordi, immagini, quadri che arricchiscono l’esperienza delle nostre vite. Vale la pensa fermarsi ogni tanto e prendercene cura senza dare sempre tutto per scontato.

La camera da letto – È la stanza degli affetti. Pulire a fondo il materasso, fare il cambio dell’armadio, liberarsi di cose dismesse o logore è un modo per lasciare indietro rancori, ferite, sensi di colpa, dispiaceri e volersi bene, prendersi cura del nostro cuore.

Lo studio – Scrivanie, mensole e librerie raccolgono la nostra conoscenza, ma la staticità porta accumulo di polvere e aria stantia. È tempo di rinfrescare e far circolare nuove idee, aggiornamenti, progetti e collaborazioni per crescere e formarsi.

La cucina – Il cibo è convivialità, piacere, appaga tutti i 5 sensi, ma l’addome è anche considerato il nostro cervello emotivo, dove raccogliamo rabbia, ansia.. Si chiude lo stomaco, ci infiammiamo.. Ogni piccola parte va curata e protetta perché tutto l’organismo funzioni. Frigo, forno, cappa, congelatore sono tutte parti che vengono un po’ trascurate nel quotidiano e meritano invece attenzione.

Il bagno – Il regno in cui ci prendiamo cura di noi stessi partendo dalla nostra pelle che ogni giorno esponiamo all’esterno ed è il nostro biglietto da visita. Oltre alla pulizia approfondita si può aggiungere un tocco personale e perché no, rinnovare il nostro personale centro del benessere.

Le pertinenze – Cantine, soffitte, garage, cortili, porticati sono esposti ogni giorno al vento, al freddo, all’umidità, al passaggio continuo di auto, persone, animali. Si consumano e si stressano. Potrebbero essere un po’ come le nostre estremità: mani, piedi e capelli esposti a freddo, costretti in scarpe scomode, rovinati dal phon nessun dettaglio deve essere trascurato.

Ti è venuta voglia di prenderti del tempo per sentirti in armonia con l’ambiente in cui vivi con questo modo un po’ Zen di fare le pulizie?

Almeno un pochino?

Prenditi la libertà di organizzarti questi momenti con leggerezza per vivere meglio tutto il resto dell’anno.

“Si ma ci vuole un sacco di tempo per fare tutte queste pulizie, tempo che non ho!”

Tranquilla, lo so che ti sembra di non poter far più del minimo indispensabile.

Probabilmente non fai che rimandare continuamente, schiacciata sotto il peso delle mille cose da gestire, e il solo pensiero di fare queste faccende extra ti mette in difficoltà.

Lo so perchè la mancanza di tempo è un problema molto diffuso, ma c’è una soluzione molto semplice.

Ci vuole un piano personalizzato per individuare come ottimizzare le tue attività e trovare tutto il tempo che ti serve.

Si può fare! Ma ho bisogno di sapere qualcosa in più su di te.

Non serve nemmeno che io venga a casa tua perchè possiamo lavorare a distanza senza problemi con il supporto della tecnologia.

Ti basta scrivermi una mail: carolina@myzenmanager.com o cliccare QUI.

Fissiamo un appuntamento per fare una chiacchierata e ti darò la tua analisi dettagliata e personalizzata!

L’organizzazione rende liberi

Carolina

La Tua zen manager