Beatrice è una libera professionista, ha un marito, due splendidi figli di 8 e 5 anni, tanti interessi e passioni, fa parte di numerosi gruppi e associazioni, ama leggere, andare a cavallo e fare lunghe passeggiate.

Ha una vita piena e gratificante.

Un giorno le arriva una proposta di lavoro molto interessante e decide di coglierla, ma per farlo ha bisogno di approfondire alcuni studi specializzandosi su nuove competenze.

A poche settimane dal colloquio per quel lavoro c’è anche il compleanno di sua figlia più grande che ha deciso di organizzare nel proprio giardino e nel salotto di casa se dovesse piovere.

Un po’ di giochi a tema hawaiano con le sue compagne di classe, una torta, qualche stuzzichino, niente di complicato, ma che faccia sentire la sua bimba speciale e coccolata.

Beatrice è sempre indaffarata e come tutte le donne si divide tra lavoro, casa e famiglia, ma è abbastanza organizzata per riuscire ad arrivare a fare tutto ritagliandosi anche del tempo per se stessa.

Ora però le cose si complicano…

Deve inserire nella sua vita il tempo per organizzare la festa di compleanno di Sara e il tempo da dedicare allo studio per la preparazione di un progetto a cui non vuole rinunciare.

Dovrà pensare ai giochi da far fare ai bambini, pulire e sistemare la casa per renderla sicura e adatta ad ospitare una festa di compleanno. Oltre a questo e a tutto quello che già riempie le sue giornate dovrà ritagliarsi il tempo per studiare, possibilmente restando concentrata.

Ecco che in un attimo

la sua routine equilibrata e soddisfacente

rischia di spezzarsi!

Sai cosa capita in questi momenti?

Inizi a chiederti a cosa dovrai rinunciare, oppure ti sentirai già stanca al solo pensiero di dover correre ancora di più…

“Mi dovrò alzare alle 5 per studiare.. non ce la farò mai!”

Beatrice non ama alzarsi presto la mattina, ma da giorni si sta autoconvincendo tipo mantra che dovrà farlo per forza anche se non vuole!

Capita a tutte di avere questi pensieri.. di alzarti prima, di fare dover fare tardi la sera.. di costringerti in qualche modo a riempire ore della giornata per fare più cose.

Oppure con rammarico sai che dovrai rinunciare a qualcosa che ti piace fare o a qualche momento di relax che sei riuscita a fatica a ritagliarti.

Per non parlare degli imprevisti e i cambi di programma sempre in agguato a scombinare i tuoi buoni propositi e farti scoraggiare al primo tentativo.

Sei sicura che sia l’unica strada possibile?

Sappi che puoi aggiungere attività alla tua giornata

senza dover fare rinunce.

Sì, hai sentito bene e non è magia.

******************

Ora mettiti comoda perché sto per spiegarti uno dei metodi che utilizzo da tantissimi anni e che ha reso soddisfatte tante mie clienti.

Il metodo è conosciuto comunemente come “TIME-BLOCKING”, troverai facilmente sul web tantissimi siti e immagini di tabelle che ti spiegano di cosa si tratta.

In pratica assegni compiti e attività molto specifiche in lassi di tempo precisi.

Parti da quando ti alzi la mattina fino ad arrivare a quando vai a dormire la sera inserendo gli impegni fissi e destinando a tutti gli altri momenti un compito da portare a termine. Solitamente si sviluppa nell’arco di tempo di una settimana perché ci sono impegni o routine che si ripetono con una certa frequenza. Incastri tutto come in un puzzle perfetto e se qualche imprevisto ti mette in difficoltà sarà semplice invertire e spostare i blocchi per rimettere le cose in ordine.

È un sistema che funziona sia per chi ha un lavoro da dipendente e deve riuscire a sfruttare al massimo le poche ore che rimangono libere, ma è davvero una salvezza per chi lavora in proprio e molto spesso non riesce a ottimizzare le ore a disposizione della giornata.

Quello che è meno semplice fare

è riuscire ad applicarlo alla tua vita quotidiana

fatta di mille variabili uniche, di abitudini e scelte molto personali.

Ed è qui che entra in gioco la tua planner di fiducia, si certo io, a chi stavi pensando?!

Anni e anni di esperienza nel testare, sperimentare e applicare il metodo del time-blocking in una vita che non conosce noia, al tuo servizio, per aiutarti a dare una sistemata a quei tasselli che non riesci a incastrare a dovere.

Ciò che amo di più di questo sistema è che è completamente modulabile sul tuo stile di vita, sulle tue esigenze, anche temporanee.

Mi è capitato di dover pianificare time-blocking scanditi in moduli di 15 minuti. Pazzesco lo so, ma ci sono situazioni davvero molto molto complesse! Se è il tuo caso, saremo pronte ad affrontarlo!

Non viverlo come una gabbia entro la quale sentirti prigioniera però, piuttosto vedilo per quello che è: una bellissima opportunità per poter stabilire ciò che è veramente importante per te e trovargli il giusto spazio.

Ti sorprenderai a scoprire di avere molto più tempo libero e

gli imprevisti e i cambi di programma non saranno mai più un problema!

Indovina com’è finita con Beatrice…

Ha trovato tutto il tempo che le serviva per studiare superando brillantemente il colloquio di lavoro e ottenendo l’incarico che desiderava e la festa è stata semplicemente perfetta perché ha adattato il metodo anche al pomeriggio di giochi, ma di questo ti parlerò un’altra volta.

Ora lo schema che ha utilizzato nelle settimane passate non le serve più, perché la sua routine si è di nuovo stabilizzata, può prendersi del tempo libero in più anche solo per non fare assolutamente nulla.

È un modo piuttosto rigido di pianificare le giornate, lo ammetto,

ma non è necessario utilizzarlo sempre.

Quando qualcosa nella tua vita dovesse cambiare o se ci fosse qualche imprevisto (a chi non capita?) basterà rivalutare le tue priorità e trovare il giusto posto per ciascuna di esse.

Certo.. ci vuole qualche astuzia e trucchetto, ma io posso insegnarteli!

Contattami per fissare una chiacchierata gratuita per conoscerci e studiare insieme il time-blocking perfetto per te!

A presto!

Carolina,