Ogni giorno è la stessa storia: ti svegli e sai che dovrai correre di qua e di là come la pallina di un flipper.

Inizi già a correre quando sei ancora a casa in pigiama: tu e tutta la ciurma con il solito ritornello “presto che è tardi!”

Poi l’affanno prosegue fuori: prendi l’auto, gira nel traffico, cerca parcheggio.

Sei di corsa e con i minuti contati, 1440 al giorno, sono sempre quelli e non bastano mai.

Ti immagini alle 9 del mattino già stanca e vorresti una pausa caffè.

“Ma quale pausa caffè! Anche oggi non mi fermerò un momento”

E mentre dici così ti rendi conto che sarai veramente in giro senza sosta tutto il giorno tra un posto e l’altro e inizi a centellinare l’acqua della bottiglietta perché anche fare plin plin potrebbe diventare un problema.

Eh si, le conosco quelle giornate lì.

Sono quelle giornate che quando qualcuno ti chiama o ti manda un messaggio rispondi:

“Aspetta che sto guidando, tanto per cambiare”.

Sono quelle giornate che fanno dei giri immensi di avanti e indietro talmente assurdi che ti sembra di ballare il walzer “casa-scuola-ufficio” “ufficio-cliente-banca” “banca-casa-dentista” “dentista-cliente-scuola”…

E via avanti così, altro giro altra corsa, come alle giostre, ma

“Niente codino grazie che di giri gratis ne faccio già abbastanza”.

In tutto questo aggiungi il solito centinaio di mail, telefonate, persone, traffico, gente…

Per forza che arrivi a sera distrutta!

Ogni tragitto sono minuti che passano e che nessuno ti ridà indietro.

Non sarebbe bello riuscire a ottimizzare quel tempo facendo cose diverse, più produttive, più utili?

Non sarebbe molto più soddisfacente arrivare a fine giornata senza avere quella frustrante sensazione di aver passato più tempo in macchina o sui mezzi che in qualunque altro posto?

Vuoi veramente vivere perennemente di corsa?

“No, certo che no!”

Perché organizzare gli spostamenti ti farà avere più tempo

Una delle principali cause del “non avere tempo” è quella di perderlo per strada, e quando dico “per strada” intendo anche nel senso letterale del termine.

  • ASSUMI IL COMANDO.

Avere il controllo del tuo tempo, delle tue azioni, dei tuoi spazi ti permette di fare scelte ponderate di conseguenza. Fai in modo di non subire passivamente quello che ti capita così come viene.

Ricorda che l’organizzazione non deve mai essere una gabbia, ma è uno strumento indispensabile che deve adattarsi a te e non viceversa.

Non è solo il tempo che hai a disposizione ad esaurirsi, ma anche il tuo livello di energia.

Avere il controllo della tua giornata utilizzando al meglio strumenti come l’agenda e le liste ti permette non solo di gestire il tempo, ma anche di monitorare l’andamento della giornata, assecondare i momenti in cui sei più attiva e lucida, essere pronta a gestire eventuali imprevisti.

Alla sera prendi la buona abitudine di programmare le attività del giorno successivo, evitando di fare quei famosi giri immensi di cui sopra.

  • FAI UN PIANO STRATEGICO.

Gli impegni fissati in agenda mettili poi in ordine secondo una logica sequenza cronologica tenendo presente che gli orari di punta con traffico intenso, i tratti in tangenziale, i periodi di festività, la presenza di cantieri stradali e deviazioni, possono modificare anche di molto il tempo di percorrenza di un tragitto.

Tieni conto delle distanze, raggruppa gli appuntamenti e gli impegni che sono tra loro più vicini geograficamente e sfrutta le tappe intermedie tra un luogo e l’altro.

Approfitta dei tempi di spostamento per fare telefonate, leggere mail, ascoltare podcast, registrare note vocali, leggere un libro (dipende se guidi o usi i mezzi ovviamente!)

  • ANTICIPA LE MOSSE.

Eh si perché a volte non basta organizzare gli spostamenti, ma può essere molto utile semplicemente eliminarli dalla lista!

Ci sono cose che puoi evitare di fare del tutto oppure che puoi semplicemente rimandare ad un altro giorno quando sarà meno dispendioso in termini di tempo ed energie.

Organizzati prima facendo buon uso della tecnologia e dei servizi online per evitare di andare in banca, girare per uffici, stare in coda al supermercato.

Ricorda che devi essere sempre tu ad avere il controllo e  il potere decisionale sulle tue azioni.

Il tempo non è il tuo nemico, ma può diventare il tuo miglior alleato, devi solo imparare a gestire le tue attività e stabilire le priorità.

***

Questi sono solo alcuni semplici accorgimenti che ti permettono di essere pronta ad affrontare le giornate più movimentate e arrivare a sera con meno stress e più tempo libero.

Puoi decidere liberamente di affidarti al caso e lasciare che i tuoi impegni ed appuntamenti non seguano una pianificazione programmata, ma seguano l’onda del momento.

Puoi anche farlo, non è mai morto nessuno per un po’ di avanti e indietro, di qua e di là e code eterne nel traffico in tangenziale nell’ora di punta.

Però anche una apparentemente insignificante organizzazione dei tuoi spostamenti può fare la differenza tra una giornata che ti fa sentire soddisfatta e una che ti fa sentire sfinita.

A lungo andare le abitudini si consolidano e sai bene quanto sia difficile cambiarle.

Meglio imparare ad essere organizzati fin da subito in ogni piccola cosa sapendo che ogni tanto ci si può prendere la libertà di lasciare che le cose vadano senza troppo controllo, piuttosto che ritrovarti nel completo caos senza nemmeno riuscire a capire quale sia la causa e nella convinzione che la vita è così e basta e non ci si può fare niente.

Studio ed elaboro costantemente sistemi, metodi e strategie da mettere al tuo servizio in modo che si adattino perfettamente ai tuoi unici e particolari ritmi di vita.

Hai già provato di tutto e letto vagonate di libri sull’argomento, ma alla fine ti ritrovi sempre stanca, stressata e senza tempo?

Quello che mi permette di aiutarti davvero è entrare in sintonia con te, conoscere le tue problematiche reali e trovare soluzioni concrete.

Se vuoi approfondire queste tematiche, farmi domande e toglierti dubbi, clicca QUI e iscriviti gratuitamente alla Newsletter.

L’organizzazione rende liberi

Carolina

La Tua zen manager