Ti piacerebbe avere due ore al giorno solo per te per guardarti un bel film o leggerti uno di quei libri che hai abbandonato mesi fa sul tuo comodino? Ti piacerebbe avere una mezza giornata libera per goderti un divertente pomeriggio di shopping con le amiche o un week-end per farti coccolare alle terme senza sentirti in colpa?

E se ti dicessi che potresti persino arrivare a goderti un mese intero di meritate vacanze per staccare la spina e rigenerarti completamente solo imparando l’arte della pianificazione, non saresti disposta a provarci subito?

Se stai continuando a leggere suppongo che la risposta sia Wow, sì!”

Allora sei nel posto giusto!

L’ABC della pianificazione. I primi 4 passi

Pianificare significa avere il pieno controllo del proprio tempo, della propria energia, delle risorse disponibili e fare scelte consapevoli.
Per poterti godere un mese intero di vacanza, se hai un’attività in proprio, sembra pura follia eppure ti garantisco che è possibile.
Certo, il risultato che otterrai è proporzionato alle risorse che dovrai investire in anticipo, ma ti parlo appunto di “investimento” e non di “perdita” perchè dedicare del tempo alla pianificazione ti permette di godere di molto più tempo “guadagnato” dopo.

Quante volte ti sei messa di impegno a compilare la tua agenda, fare un bel piano, ma poi hai mollato?
La ritenevi forse una perdita di tempo? Preferivi dedicarti subito a quello che dovevi fare buttandotici a capofitto per la serie “prima inizio e prima finisco? Non riuscivi a seguire un metodo con costanza? Non lo sentivi adatto a te? Qualunque sia il motivo, se non riesci a pianificare ti ritroverai ad arrancare, con l’amaro in bocca per aver girato e girato non fermandoti mai, senza arrivare da nessuna parte.

Alla fine, sei sempre al punto di partenza: troppe cose da fare e troppo poco tempo per farle.

Bene. Mettiti comoda, preparati la tua tisana preferita e prendi nota.

Ho qui per te la prima parte di un elenco completo di tutte le cose che devi mettere in atto per fare un bel piano e trasformare i tuoi desideri in realtà.

1° Fissa l’obiettivo, ma che sia SMART

“Nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa in quale porto approdare” (Seneca)

Solitamente quando sali su un treno lo fai con la consapevolezza di andare verso una precisa direzione oppure vai in stazione e sali su un vagone a caso e poi risali e ridiscendi a seconda dell’umore del momento?
Seguire il proprio bioritmo e il flusso energetico va benissimo, ma devi prima darti un obiettivo e che sia almeno SMART.

Più sei precisa e dettagliata più sarà facile resta focalizzata concentrando al massimo tutte le tue energie in quella direzione. Quindi per ogni obiettivo che ti viene in mente entra sempre più nello specifico, senza paura di trascurare qualcosa, che potrai sempre riprendere in un secondo momento. Parti da un punto ben definito e poi, piuttosto allargherai i tuoi orizzonti in un secondo momento, ma se ti lasci subito affascinare dal paesaggio finirai per distrarti continuamente o, peggio, perderti.

2° Definisci le risorse: tempi, strumenti e persone

Una volta che avrai definito quale direzione prendere dovrai anche stabilire le tempistiche e più diventerai brava a essere consapevole del tempo che ci metti a dedicarti a ogni singola attività e meglio potrai essere precisa.

Non fermarti alla durata di ciò che vuoi fare, ma chiediti anche di quali strumenti potresti aver bisogno e se ci sono anche persone che possono aiutarti a raggiungere il traguardo.

Chiedere non è peccato, anzi, ti permette di scoprire nuovi punti di vista a cui magari non avresti mai pensato che potrebbero accorciare di molto la strada verso il tuo obiettivo. Non è necessario che si tratti di sogni grandi, puoi affidarti alle competenze di un luminare, di un vero esperto di settore che ti aiuti a progredire molto più velocemente, ma puoi anche semplicemente chiedere a tua mamma che ti guardi in bambini per un pomeriggio per poter andare a quella serata formativa a cui tieni molto.

Cosa ti serve per andare avanti? Cosa ti manca e come puoi procurartelo? Se non sai come procurartelo, non aver paura di chiedere. Solo così smetterai di girare in tondo e seguirai una direzione precisa verso la meta. Senza fretta, ma senza sosta.

3° Previeni gli imprevisti

Potrebbe sembrarti un ossimoro, ma, seppur sia vero che il controllo di alcune situazioni sia al di fuori della nostra portata, molto spesso quello che chiami imprevisto tanto non-prevedibile non è. Se ti riduci all’ultimo secondo per finire un progetto e poi salta la connessione e non riesci a consegnare in tempo il lavoro, ci sarà pure una dose di sfortuna, ma se ti fissavi la scadenza un paio di giorni prima di quella effettiva e ti dedicavi al progetto in maniera costante e regolare la connessione che quel giorno salta non sarebbe stato un problema e tu non avresti pensato “C’è stato un imprevisto….” Sei d’accordo?

A proposito di imprevisti puoi approfondire anche QUI.

4° Non stare sul filo dell’urgenza

Non può essere sempre tutto urgente da fare per ieri, se vivi solo stando dietro alle situazioni limite c’è un campanello d’allarme che da qualche parte sta suonando. È naturale pensare che come si presenta un problema da risolvere, una situazione da gestire si debba intervenire immediatamente, ma è davvero così? sicura? O ti stai solo facendo stressare da quello che è urgente per gli altri, ma non necessariamente per te?

In questi casi puoi: fare un bel respiro, chiederti quanto è utile e in linea con le tue priorità e cosa succede se programmi il tuo intervento in un altro momento migliore per te.

In pratica, devi imparare a usare questo sistema QUI.

***

Una volta che avrai imparato a padroneggiare con sicurezza l’arte della pianificazione potrai metterla in pratica per qualsiasi durata temporale. Che sia ottenere due mesi di vacanza, goderti una giornata di relax, o prenderti due ore tutti i giorni solo per te, il processo mentale non cambia. Avrai più step da programmare, più risorse da investire e più imprevisti da gestire per raggiungere un obiettivo più ambizioso, ma nulla ti sarà impossibile.

Ora che si sta avvicinando il nuovo anno (mancano esattamente 38 giorni) hai un’ottima opportunità per mettere subito in pratica quello che hai appena letto.

Inizia con calma, scegliendo uno o più tra questi primi quattro punti di questa trilogia.

Nel prossimo articolo ti svelerò altri 4 punti fondamentali e scoprirai come anche la delega, la procrastinazione, il passato e il futuro possono incidere sulla tua buona pianificazione. Mentre l’ultima parte di questa trilogia tratterà gli ultimi 3 aspetti, meno noti e spesso sottovalutati. HAI PAURA DI PERDERTI LE PROSSIME USCITE? Clicca QUI e iscriviti alla Newsletter ti arriveranno direttamente nella tua casella di posta.

Per il momento concentrati su un punto utile e fondamentale: Se hai in mente un obiettivo e non sai come raggiungerlo ora sai che puoi riuscirci e quali sono i primi passi che puoi iniziare a fare.

Non puoi più aspettare e vuoi avere subito al tuo fianco una guida per sentirti finalmente libera dallo stress del tempo che non basta mai? Chiedimi cosa posso fare per te, scrivendomi: carolina@myzenmanager.com

L’organizzazione rende liberi
Carolina
la Tua zen manager

 

unsplash-logoEmma Matthews