Cos’è che ti fa alzare dal letto la mattina?

Potresti rispondermi: la sveglia, la colazione, il senso del dovere verso il lavoro e la famiglia…

L’ Ikigai!” risponderebbe un abitante di Okinawa, la bellissima isola nota per l’alto tasso di longevità dei suoi abitanti.

Cos’è che ti permette di vivere una lunga vita in piena salute?

Potresti rispondermi: alimentazione sana, attività fisica, assenza di stress…

“L’ ikigai!” Risponderebbe un arzillo ottantenne di Okinawa.

Cos’è che ti rende felice?

Indovina un po’ cosa risponderebbero da Okinawa?

Ikigai è un concetto nipponico che indica appunto quella cosa per cui vale la pena alzarsi la mattina, che dà un senso alla tua vita, che ti fa vivere a lungo e felice.

“Bello! Dove si trova?”

Anche tu hai il tuo Ikigai, devi “solo” trovarlo

Si trova nel punto di intersezione tra:

  1. ciò che ami fare, ti piace, che ti fa sentire bene
  2. ciò che sai fare bene, veramente bene
  3. ciò che gli altri amano di te e per cui sono disposti a pagarti
  4. e ciò di cui il mondo ha bisogno, il tuo contributo ad ampio raggio insomma

Sinceramente la prima volta che ho letto questo elenco ho avuto il sospetto che per trovare il mio Ikigai avrei fatto prima a trasferirmi direttamente nella bella isola di Okinawa, a mangiare riso, meditare immersa nella natura e dimenticarmi di cosa fosse lo stress.

Voglio dire, qui, in questa parte di mondo frenetico, dove conta solo quanto sei produttiva, che il più delle volte ti ritrovi a fare un lavoro che non ti piace ma per cui ti pagano mentre per quello che ami fare nemmeno tu riesci a riconoscergli il giusto valore, deve essere ben difficile da trovare questo Ikigai!

Poi mi sono chiesta: “…E se la qualità della vita degli abitanti di Okinawa non fosse la base per trovare l’ikigai, ma la conseguenza?”

Cioè: Se fosse la capacità degli abitanti di Okinawa di trovare il loro Ikigai a trasformare la loro qualità della vita?

E se fossi io a portare un po’ di Okinawa nella mia vita?

Dopotutto, vista da questo punto di vista, sembrava meno impossibile.

Certo, la strada per riuscirci può essere lunghetta e richiedere un buon lavoro di ricerca e introspezione, ma vale la pena provare no?

 

L’ikigai non deve essere per forza qualcosa di grandioso per cui meritare un premio Nobel, va bene anche una cosa piccola, semplice, ma che porti valore nella tua vita e in quella degli altri.

Prova a pensare a cosa accade quando questi 4 aspetti non sono collegati tra loro o l’intersezione è incompleta.

Quando fai qualcosa che non ami, puoi anche essere brava a farla ed essere pagata e avere un modo che lo richiede, ma tu come ti senti? Non stai proprio male, ma forse senti che ti manca qualcosa, ti senti un po’ vuota o incompleta. C’è qualcosa che ami fare, ma che se ne sta lì in disparte, in un modo a sè dove ogni tanto vai a rifugiarti, ma non ha né lo spazio né il tempo che si merita.

Per non parlare di quando ti ritrovi ad amare qualcosa, per la quale vorresti anche essere pagata e sicuramente sarebbe qualcosa di utile per il mondo, ma non è che ancora ti riesce proprio dannatamente bene, e vorresti dedicarci del tempo di qualità per fare pratica, per approfondire, per specializzarti. Così finisci per sentirti costantemente insicura chiedendoti se è davvero quella la tua strada.

Il caso più frequente poi tra le piccole freelance in erba è quello di amare tantissimo qualcosa, saperla fare dannatamente bene, poter portare un grande contributo al mondo, ma non riuscire a farsi pagare, trovare qualcuno che ti permetta di viverci. Manca un pezzo, niente Ikigai.

 

Capisci cosa intendo?

L’ikigai è quando tutti e quattro i pezzi sono lì belli agganciati come salde catene di energia, passione, vocazione, professione.

E potresti andare avanti così per tutta la vita.

“Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua” Confucio

Sappi che io non ho mai condiviso fino in fondo questa citazione perchè per quanto potessi amare il mio lavoro per me è sempre stato qualcosa di nettamente separato da tutto il resto e non è che ogni attività del mio lavoro è sempre così piacevole da amare e non farmi sentire che sto lavorando.

Così come non ho mai pensato che per essere imprenditrice bastasse “la passione per ciò che faccio” Col cavolo! A volte posso solo spaccarmi la testa per imparare cose che ignoravo fino a poco tempo prima!

Certo senza passione non avrei nemmeno voglia di impegnarmi tanto per migliorare e mi arrenderei alla prima difficoltà. La passione è indispensabile, ma non sufficiente.

Ma, come insegna la filosofia Zen, le parole da sole non possono esprimere perfettamente un concetto nella sua completezza, c’è sempre un margine di incomprensione, di interpretazione soggettiva della realtà.

Dopo aver scoperto l’Ikigai infatti ho rivalutato la citazione di Confucio perchè si tratta di un concetto molto più ampio, che non riguarda solo la sfera lavorativa come la intendiamo noi occidentali.

Gli anziani di Okinawa ad esempio non smettono mai di lavorare, o comunque continuano a tenersi attivi e impegnati per se stessi e per rendersi utili per la comunità .

Come può l’Ikigai aiutarti nella gestione del tempo?

Trovare il tuo ikigai non è utile solo per cercare di assicurarti una lunga vita serena, lo è anche perchè ti aiuta a gestire meglio il tuo tempo ogni giorno.

La gestione del tempo è infatti tutta una questione di priorità.

Visto che le ore di ogni giornata sono sempre 24, quello che devi sempre chiederti è: “Fra tutte le alternative che ho, tra tutte le attività che voglio fare, qual è la più importante, la più utile, quella che mi permetterà di raggiungere meglio e prima i miei obiettivi?”

Quando hai chiaro il tuo obiettivo, sai cosa è per te davvero importante e ti fa venire voglia di alzarti ogni mattina, devi solo trovare il metodo più adatto a te per andare in quella direzione.

Ci sono almeno 3 lezioni che puoi imparare grazie al tuo Ikigai:

  1. Impari a distinguere più facilmente ciò che è urgente da ciò che è importante tra tutte le attività che devi fare e questo ti permette di programmare la giornata in modo più efficace e sostenibile. Sostituirai la frustrante sensazione di non avere mai abbastanza tempo per tutto con la consapevolezza che invece ogni attività ha il suo tempo e ad ogni tempo corrisponde un’attività.
  2. Trovi il giusto equilibrio bilanciando al meglio lavoro e vita privata perchè sai che l’intersezione non prevede solo il lavoro, che il dare valore a te stessa e agli altri comprende molti aspetti della tua vita che non vanno trascurati. Impari quindi a essere attiva senza fermarti del tutto, ma anche senza esagerare. Impari a rallentare senza fermarti, a fare senza stressarti.
  3. Saprai dare il giusto valore al tuo tempo e diventerà meno faticoso dire “no” a ciò che ti viene proposto di fare, ma che non è allineato alla tua ragione di vita. Sapendo di seguire la tua vera ragioni di vita sarai assertiva e abbandonerai il senso di colpa che invece può farti sentire in difficoltà quando qualcuno richiede il tuo tempo e la tua energia.

Non è solo ciò che ti fa alzare dal letto la mattina, è molto di più, è quello slancio pieno di energia con cui affronti anche le giornate che non vanno come avevi previsto perchè resti sempre centrata sul tuo Ikigai.

La felicità va e viene, ma avere una ragione per cui vale la pena vivere è ciò che ti permette di raggiungere una serenità permanente e ti aiuta a superare anche i momenti più difficili.

Ma è anche qualcosa di molto più profondo che arriva dal cuore, che plasma tutta la tua vita, non è solo trovare un lavoro che ti piace, che sai fare, per cui ti pagano e che dà un valore aggiunto alla mondo che ti circonda.

Quando trovi il tuo Ikigai  ha valore ogni singolo attimo che stai vivendo e tutto cambia: il rapporto con gli altri, con te stessa, con la famiglia, gli amici, i colleghi, tutto ha un senso.

Cambia il modo di organizzarti la giornata, in cui scegli di fare qualcosa piuttosto che un’altra, in funzione di ciò che senti allineato con la tua ragione di vita.

Ecco che trovi la tua “isola felice” e allora sì, ce l’hai fatta, hai portato un po’ di Okinawa da te!

Che tu abbia già trovato il tuo ikagai o abbia intrapreso la ricerca per scoprirlo c’è una cosa che di cui hai bisogno: trovare il tempo ogni giorno per dedicarti a te stessa e allineare ogni aspetto della tua vita affinchè tutto resti in equilibrio e in armonia.

Il tuo Ikigai non posso trovarlo per te, ma posso aiutarti a trovare tutto il tempo che ti serve per migliorare la qualità della tua vita e raggiungere i tuoi obiettivi.

L’organizzazione rende liberi

Carolina

La Tua zen manager